Cybercspionaggio, due arresti: così un ingegnere e sua sorella spiavano i politici (anche Renzi)

Una centrale di cyberspionaggio scoperta dalla polizia postale che ha portato all’arresto di un ingegnere nucleare di 45 anni e della sorella di 49 anni, entrambi residenti a Londra ma domiciliati a Roma, molto noti nel mondo dell’alta finanza capitolina. Violati i portali di Bankitalia, Camera e Senato. Per leggere l’intero articolo clicca qui.